Vademecum per il frequentatore di sagre gentiluomo e la signora di gran pregio

Gentile lettore,
oggi, in compagnia di due aggraziate signorine e un cortese gentiluomo ho avuto il piacere di frequentare l’ennesima sagra di paese. L’ennesima folla brulicante l’ennesima sfacchinata.

L’autocontrollo è alla base del vivere civile, il rispetto per gli altri inizia al confine del rispetto per se stessi. Quella che segue è una lista di osservazioni che i suindicati ed il titolare di codesta pagina web hanno stilato al fine di contribuire alla migliore riuscita di qualsiasi sagra e/o fiera.

Vogliate quindi prendere nota delle seguenti severe norme:

  1. E’ fatto divieto di accesso a qualsiasi essere umano di altezza inferiore a 150cm indipendentemente dall’età
  2. E’ fatto assoluto divieto di portare con se nei luoghi della calca animali domestici di piccola taglia ivi compresi cani e gatti
  3. E’ severamente vietato indicare col dito indice
  4. E’ estremamente volgare vociare al telefono e/o prodursi in grida e schiamazzi per recuperare astanti perduti
  5. Limitare al nulla improvvisi e repentini cambi di direzione, aggravati dal fermo della marcia senza apparente motivo
  6. Mantenere la destra del selciato, in modo da favorire due flussi omogenei di persone che intendono liberamente andare dal lato opposto
  7. Vietato zigzagare in cerca della cosiddetta bazza, peraltro inesistente
  8. Le comitive debbono circolare in fila indiana rispettando l’assoluto divieto di tenersi per mano formando catene umane
  9. E’ vietato leccare gelati di qualsiasi gusto, siano essi sfusi o confezionati. Sono tollerate le palette di colore fluorescente pur sempre mantendo il controllo ed evitare che siano usate come catapulte
  10. E’ immondo e spregevole pratica appoggiare patatine fritte sulle spalle del cittadino adiacente
  11. Divieto assoluto di circolazione con oggetti muniti di ruote di qualsiasi taglia. In particolar modo passeggini, biciclette, carrelli. Sono tollerate le carozzine per deambulazione, nei giorni riservati a costoro signori (si introduce il concetto di parasagra alla stregua delle paraolimpiadi)
  12. Vietati ombrelli, anche chiusi
  13. Vietato alzare i gomiti al di sopra delle orecchie
  14. Vietato fare commercio e scambio di oggetti che arrecano intralcio al camminamento dei più
  15. In fine, è fatto obbligo categorico di dare la precedenza a fotografi e all’occorrenza fermarsi, senza sorridere

Seguendo le precedenti norme il mondo sarà migliore, soprattutto nella calca, soprattutto durante le feste di paese e/o patronali.

Se lor signori visitatori avessero qualcosa da integrare e/o-bbiettare sono invitati a compilare il sottostante modulo di inserimento commento.

Così si è detto. Andate, alle sagre, in pace.

Tags: 

2 commenti

splendido. hai contribuito a

splendido.
hai contribuito a un mondo migliore.
seguirò ogni punto scrupolosamente ;)

Superbe parole!! Queste

Superbe parole!!
Queste dovrebbero essere i comandamenti per gli ammassamenti di persone non solo di sagre!!

P.S. sull’autobus ad es. portarsi sempre un deodorante (non solo d’estate).